Venerdì, 13 Ottobre 2017 11:52

Infortuni sul lavoro: sono da segnalare anche quelli "brevi"

Vota questo articolo
(1 Vota)

È scattato giovedì 12 ottobre l'obbligo, a carico del datore di lavoro, di comunicare all'INAIL gli infortuni subiti dai lavoratori con prognosi superiore a un giorno oltre a quello dell'infortunio.

La nuova disposizione è prevista dal Decreto del Ministero del Lavoro n. 183/2016 e ha uno scopo di informazione statistica: la copertura assicurativa dell'INAIL, infatti, rimane confermata soltanto per gli infortuni oltre i tre giorni, come in precedenza.

La disciplina dell'obbligo di denuncia degli infortuni sul lavoro è contenuta nl D.P.R. n. 1124/1965 e nel D. Lgs. n. 81/2008. Quest'ultima disposizione suddivide l'obbligo di comunicazione degli infortuni ai fini statistici e ai fini assicurativi: diviene ora necessaria, pertanto, la comunicazione anche degli infortuni sotto la soglia di risarcibilità (tre giorni), solamente ai fini statistici. Ai fini assicurativi, invece, rimane immutata la soglia dei tre giorni, oltre a quello dell'infortunio.

La segnalazione può essere fatto solo tramite e servizi telematici messi a disposizione dall'INAIL: la procedura prevede che il lavoratore – a seguito dell'infortunio – debba far certificare dal medico (del pronto soccorso o medico di base) la diagnosi e i giorni di presunta inabilità. Il medico stesso è poi tenuto a inviare all'INAIL il certificato.

Da quel momento, i dati della certificazione sono resi disponibili dallo stesso INAIL al datore di lavoro, per poter effettuare la prevista denuncia di infortunio.

Oltre a doversi preoccupare di ottenere la certificazione medica, il lavoratore ha anche l'obbligo di comunicare tempestivamente al datore di lavoro l'infortunio. La corretta comunicazione del lavoratore verso il datore di lavoro deve comprendere anche il numero di certificato medico, la data del rilascio e i giorni di prognosi.

Una volta ricevuti i dati del certificato, scatta per il datore di lavoro il termine di 48 ore entro le quali deve trasmettere all'INAIL i dati richiesti ai fini statistici e assicurativi.

Per maggiori informazioni è possibile contattare l'ufficio paghe dell'APPE all'email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefono 0497817233

Letto 493 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti