Giovedì, 13 Aprile 2017 07:05

Almeno 30.000 giovani attesi a Padova sabato 13 maggio 2017 per il 5° Appuntamento Mondiale Giovani della Pace

Vota questo articolo
(5 Voti)

Una giornata di dialogo, testimonianze, musica per far incontrare le generazioni nel segno della speranza. Decine di migliaia di giovani di Italia e del mondo insieme per dire che si può rispondere all'odio con la vita, l'impegno e grandi ideali. Il cuore del 5° "Appuntamento Mondiale Giovani della Pace" è tutto qui. Dopo Torino, Asti, L'Aquila e Napoli, l'iniziativa promossa dal Sermig approda a Padova, sabato 13 maggio, in collaborazione con la Fiera di Padova.
"Ripartire dall'amore non è un concetto sdolcinato, – dice Ernesto Olivero, fondatore del Sermig – l'amore non è un sorriso, non è un buon sentimento, ma un fatto: è una scelta di vita per il bene, è un grande ideale, è un sì detto alla giustizia. È questo l'amore da cui ognuno di noi può ripartire per cambiare il mondo".
La giornata ruoterà intorno al tema "L'odio non ci fermerà. Ripartiamo dall'amore". Al mattino, ospiterà una serie di dialoghi tra i giovani e i rappresentanti del mondo degli adulti in alcuni luoghi simbolici di Padova. Domande e risposte sui grandi temi di oggi: l'economia, la politica, la pace, la scienza, ma anche la sfera delle relazioni, la bellezza, la spiritualità. I relatori, già ospiti dell'Università del Dialogo del Sermig, sono Stefano Zamagni, Paul Bhatti, Giorgia Benusiglio, Simona Atzori, Marco Tarquinio, Caterina Bellando ("zia Caterina"), Cesare Falletti, Claudio Monge, Fabrizio Curcio, i detenuti del carcere 2 Palazzi.
Nel pomeriggio, invece, si svolgerà il grande incontro di piazza con testimonianze di giovani di diversi paesi e la presentazione della "Carta dei Giovani", un documento di impegni concreti che sarà poi consegnato idealmente alla generazione degli adulti. Saranno invitate per l'occasione personalità italiane e internazionali, non per parlare, ma per ascoltare i giovani in nome della concretezza, del dialogo, della speranza che costruisce.
In Fiera verrà inoltre allestito un percorso emozionale che consentirà ai visitatori di compiere un viaggio a tappe attraverso la straordinaria storia dell'Arsenale della Pace, luogo-simbolo della guerra e oggi fucina inesauribile di percorsi di pace. Un allestimento che verrà mantenuto per tutta la durata della Campionaria, fino a domenica 21 maggio, e offrirà ai suoi oltre 300mila visitatori l'occasione per conoscere più da vicino la realtà del Sermig.
Sul sito www.mondialedeigiovani.org si può trovare il programma, l'inno della giornata e altri materiali. Da Torino si stanno organizzando dei pullman per partecipare all'incontro. Chi é interessato può contattare la segreteria Sermig mandando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando al n. 3332572126.

Letto 2207 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti