Venerdì, 24 Marzo 2017 14:19

Addio ai voucher: l'APPE a sostegno degli esercenti

Vota questo articolo
(2 Voti)

I dirigenti dell'APPE, per il tramite della collegata società di servizi APPE Padova Service Srl, hanno deliberato di agevolare i pubblici esercizi, in questo particolare momento di difficoltà economica, particolarmente aggravato dalla improvvisa cancellazione dei voucher, che tante difficoltà sta creando alle aziende.

Così, per la gestione di nuovi contratti di lavoro intermittente (i cosiddetti contratti "a chiamata") vengono azzerate fino al 20 aprile tutte le spese fisse di impianto e di assunzione, prevedendo soltanto le spese di gestione del cedolino, con un evidente risparmio per l'imprenditore.
Il costo mensile parte da soli 22 euro a dipendente (riferito a un'azienda con 12 dipendenti).

Si ricorda che il lavoro "a chiamata" deve essere caratterizzato dallo svolgimento delle prestazioni lavorative in modo discontinuo e intermittente. Nel settore dei pubblici esercizi, ai sensi del Regio Decreto n. 2657 del 1923, non valgono limitazioni d'età per l'assunzione di lavoratori "intermittenti" quali «camerieri, personale di servizio e di cucina negli alberghi, trattorie, esercizi pubblici in genere [...]».

Si sottolinea infine come è espressamente vietato il ricorso al lavoro intermittente da parte di imprese che non abbiano effettuato la valutazione dei rischi ai sensi del Decreto Legislativo n. 81/2008 (Documento di Valutazione dei Rischi, oltre che formazione in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro).

Per maggiori informazioni è possibile contattare l'ufficio paghe dell'APPE al tel. 049.7817233 – email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 1319 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti