Lunedì, 12 Dicembre 2016 11:31

Etichette nutrizionali dal 13 dicembre 2016: l'obbligo non riguarda le micro imprese

Vota questo articolo
(4 Voti)

Una circolare interministeriale specifica quali sono le esenzioni.

Soddisfatta l’APPE: «È più importante l’uso di materie prime di qualità».

 

Entra in vigore il 13 dicembre 2016 l’ultima parte del Regolamento UE n. 1169/2011, riguardante l’obbligo di fornire le informazioni nutrizionali dei prodotti venduti preconfezionati.

Tali “etichette nutrizionali” devono riportare il valore energetico, la quantità di grassi, carboidrati, zuccheri, proteine e sale, riferiti a 100 grammi o millilitri di prodotto.

«Si tratta – precisa Federica Luni, vice Presidente dell’Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE) e Presidente del Gruppo pasticceri di Padova – delle “tabelline” che troviamo sulle scatole dei biscotti, sui succhi di frutta e, in pratica, su tutti gli alimenti industriali e che pareva diventassero obbligatorie per tutti i generi di prodotti alimentari preconfezionati».

Una circolare interministeriale dello scorso 16 novembre, ha invece chiarito il campo di applicabilità della norma, escludendo determinate aziende e prodotti ed esentando da tale obbligo le microimprese artigiane che confezionano e vendono il prodotto direttamente al consumatore finale.

«Per fortuna il Ministero ha accolto le nostre richieste – conferma la Presidente Luni – altrimenti avremmo dovuto inserire le informazioni obbligatorie su ogni prodotto che vendiamo preconfezionato, come ad esempio panettoni e pandori, focacce e biscotti, con un grande aggravio di costi e lavoro, senza peraltro che ne derivasse un vantaggio concreto per i nostri clienti».

«I nostri prodotti – prosegue Federica Luni – sono artigianali, vale a dire fatti a mano ogni giorno dai nostri Maestri Pasticceri e, quindi, è praticamente impossibile definire una serie di valori nutrizionali standardizzati validi tutto l’anno, altrimenti anche le nostre tradizionali pasticcerie diventerebbero industrie alimentari».

«Per i consumatori – conclude la Presidente dei pasticceri – è sicuramente più importante l’utilizzo di prodotti di qualità, freschi e lavorati con grande professionalità: tutti aspetti che garantiamo in prima persona, mettendoci la faccia ogni giorno!».

 

In foto: Federica Luni, vice Presidente dell’Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE) e Presidente del Gruppo pasticceri di Padova 

 

Letto 1045 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti