Venerdì, 22 Gennaio 2016 14:27

Dipinti di tavole imbandite, suppellettili e rappresentazioni del cibo – giovedì 28 gennaio 2016 al Centro Culturale Altinate di Padova

Vota questo articolo
(1 Vota)

Giovedì 28 gennaio 2016, alle ore 18, presso lo spazio “Agorà” del Centro culturale Altinate San Gaetano (in via Altinate 71 a Padova), Elisabetta Gastaldi, dei Musei Civici di Padova, spiegherà come, a partire dal Seicento, con il genere della natura morta, i cibi diventano protagonisti della pittura. Frutta, verdura, pesci, crostacei, selvaggina, salumi, formaggi, pani e dolciumi vengono rappresentati con precisione descrittiva e naturalistica, senza trascurare di evidenziare le loro imperfezioni per alludere alla bellezza corrosa dal tempo e alla precarietà della vita (Vanitas). Si tratta di alimenti che gli artisti stessi mangiavano o vedevano consumare sulle ricche tavole dei committenti. Non mancano poi le rappresentazioni dei pasti dei “pitocchi” (villani) che rientrano nella scena di genere. L’analisi di alcuni dipinti conservati presso i Musei Civici di Padova, Museo d’Arte Medioevale e Moderna, potrà fornire preziose informazioni sui gusti, sui cibi e sulle tradizioni culinarie dei secoli passati. Ingresso libero, ai partecipanti sarà distribuito un coupon per l’ingresso alla mostra interattiva sul cibo “FOOD, la scienza dai semi al piatto”, aperta al pubblico fino al 28 febbraio 2016, con biglietto ridotto di 1,00 euro.

Letto 1977 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti