Lunedì, 04 Gennaio 2016 14:22

Pagamenti elettronici: oltre al bancomat "obbligo" di accettare anche la carta di credito (ma ancora senza sanzioni)

Vota questo articolo
(3 Voti)

L’art. 1, comma 900 (!!) della cosiddetta “Legge di Stabilità” 2016 estende l’obbligo per i soggetti che effettuano attività di vendita di beni e prestazione di servizi (inclusi quindi anche tutti i pubblici esercizi) di accettare i pagamenti anche mediante carte di credito, oltre che di debito (vale a dire il bancomat), tranne nei casi di oggettiva impossibilità tecnica.

Al fine di promuovere l’utilizzo delle “carte elettroniche” per il pagamento, in particolare per i pagamenti di importo modesto, fino a 5 euro, entro il 1° febbraio 2016 il Ministero dello Sviluppo Economico dovrà emanare un decreto che dia attuazione in Italia del Regolamento UE n. 751/2015, che ha posto dei tetti massimi alle “commissioni interbancarie”.

Sempre con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) saranno introdotte le sanzioni amministrative pecuniarie (tuttora inesistenti) per il mancato rispetto della normativa.

Ad oggi, pertanto, la situazione è la seguente:

  • È obbligatorio accettare i pagamenti effettuati sia con carta di credito che con carta di debito (bancomat);
  • Non esiste più il limite minimo di 30 euro per poter rifiutare il pagamento a mezzo carta;
  • Non esistono sanzioni per il mancato rispetto degli obblighi suddetti.

APPE darà maggiori informazioni non appena ci saranno ulteriori notizie.

Letto 1354 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti