Lunedì, 14 Settembre 2015 10:24

I primi 50 anni di storia della trattoria "Parco Rio Grande" di Vo

Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono 50 gli anni di storia, tradizione e dedizione che la Famiglia Perdoncin ha dedicato all’attività della trattoria “Parco Rio Grande” di Boccon di Vo. Cinquant’anni di entusiasmo e passione festeggiati martedì 8 settembre 2015 con una cena di celebrazione, allietata da accompagnamento musicale, alla quale l’APPE non ha voluto mancare.

A Boccon di Vo, nel 1965, si trovava un’antica e malandata osteria chiamata “Osteria dalla Rosina” dove da tempo memorabile si riunivano, nelle giornate piovose e fredde, i vecchi contadini del paese per una partita a briscola e un bicchiere di vino.

Ma, come si sa, in quegli anni tutto era in fermento: il proprietario dell’osteria decise di cedere la proprietà, che fu acquistata da Walter Perdoncin e sua moglie Mafalda, con l’aiuto del fratello di lui (Oddone) e della sorella di lei (Carmela). Passarono dal lavoro di contadini ad esercenti e trasformarono le antiche mura e vecchie stanze in un’accogliente trattoria. Così, dopo il restauro fatto un po’ in economia e pulito il boschetto che affiancava l’edificio, assieme al “rio” che scendeva dal colle, l’8 settembre 1965, con il nome di “Rio Fontanelle” prima e “Parco Rio Grande” poi, si aprì il locale.

Oggi, il proprietario della trattoria è Franco, uno dei figli di Walter, che, con la sua famiglia, continua con lo stesso entusiasmo e amore dei primi anni a portare avanti con il giusto orgoglio il nome e le tradizioni dell’esercizio.

L’Associazione - di cui la trattoria è socia “storica” - ha consegnato, per mano del Segretario Filippo Segato, una targa di benemerenza «per i cinquant’anni di apprezzata attività nell’arte dell’ospitalità»: un regalo sinceramente apprezzato dalla Famiglia Perdoncin, alla quale l’APPE rinnova i più vivi complimenti per lo storico traguardo raggiunto e formula i migliori auguri per tanti altri anni di buona e apprezzata ristorazione.

Nella foto: il Segretario APPE Filippo Segato (a sinistra) consegna la targa di benemerenza alla Famiglia Perdoncin

Letto 1201 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti