Mercoledì, 08 Luglio 2015 06:40

Buoni pasto defiscalizzati fino a 7 euro (ma solo quelli elettronici)

Vota questo articolo
(2 Voti)

Il 1° luglio 2015 sono scattate le specifiche agevolazioni per i buoni pasto elettronici, per i quali aumenta a 7 euro l'esenzione fiscale e contributiva, come previsto nella Legge di Stabilità per il 2015.

In sostanza, il datore di lavoro ed il lavoratore non devono pagare contributi e Irpef entro tale limite giornaliero, con evidenti vantaggi economici.

Per i buoni pasto cartacei invece il tetto defiscalizzato rimane invariato a 5,29 euro.

La scelta della politica di avvantaggiare solo i buoni pasto elettronici è motivata dalla necessità di avere strumenti completamente tracciabili, di velocizzare la fatturazione delle operazioni, di combattere i falsi ed il doppio uso.

Per quanto riguarda gli esercenti, l'utilizzo del buono pasto elettronico ha dei costi di gestione diversi da quelli cartacei, basta solo considerare la necessità di installare un "Pos" per la lettura dei buoni, con tutti costi collegati (canone, energia elettrica, costo per transazione, commissioni specifiche, ecc.). Leggi il comunicato stampa predisposto dall'APPE.

L'APPE sta cercando di monitorare la situazione, per cui l'invito agli esercenti è quello di segnalare all'Associazione il costo collegato all'installazione dei Pos, inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonando al n. 049.7817222.

Letto 1514 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti