Venerdì, 23 Gennaio 2015 14:37

Le novità della Finanziaria 2015

Vota questo articolo
(2 Voti)

Tanti gli aspetti innovativi che riguardano le imprese e i contribuenti

LE NOVITÀ DELLA “FINANZIARIA” 2015

Tutti i dettagli sono consultabili sul sito dell’APPE

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29/12/2014 la legge “Finanziaria” per l’anno 2015, che prevede varie novità in ambito fiscale.

Si riportano di seguito le nuove disposizioni che interessano il settore dei pubblici esercizi.

  1. È stato confermato il “bonus” di 80 euro per i lavoratori dipendenti e assimilati.
  2. È stato alzato a 7 euro il limite di defiscalizzazione dei buoni pasto, rispetto al limite precedente di 5,29 euro. Tale novità trova applicazione a partire dal 1° luglio 2015 e soltanto per i buoni pasto elettronici.
  3. È stata introdotta la deducibilità integrale dall’IRAP del costo del lavoro del personale dipendente a tempo indeterminato. Per le imprese senza dipendenti è stato riconosciuto un credito d’imposta pari al 10% dell’IRAP lorda.
  4. In via sperimentale, per i periodi di paga dal 1° marzo 2015 al 30 giugno 2018, i lavoratori dipendenti del settore privato aventi un rapporto di lavoro di almeno 6 mesi presso lo stesso datore di lavoro possono richiedere di percepire mensilmente la quota di TFR quale parte integrativa della retribuzione
  5. Viene confermata fino al 31/12/2015 la detrazione IRPEF/IRES del 65% relativa ai lavori di riqualificazione energetica (in precedenza tale agevolazione era prevista fino al 31/12/2014)
  6. Viene confermata nella misura del 50% la detrazione IRPEF relativa ai lavori di recupero del patrimonio edilizio (in precedenza tale agevolazione era prevista fino al 31/12/2014)
  7. È introdotto un nuovo regime forfetario (Regime “dei minimi”) riservato alle persone fisiche, applicabile anche a coloro che sono già in attività e che rispettano i requisiti previsti, tra cui ad esempio ricavi (per il settore somministrazione) non superiori a 40.000 euro.
  8. “Bonus bebè”: per ogni figlio nato o adottato nel periodo 1/1/2015-31/12/2017 è riconosciuto un assegno di importo annuo di euro 960 fino al terzo anno d’età del bambino.
  9. È stato confermato il credito d’imposta a favore degli esercizi ricettivi (alberghi) per le spese di installazione di sistemi wi-fi purché il servizio sia reso gratuitamente ai clienti e la velocità di connessione sia di almeno 1 megabit al secondo in download.
  10. Per le forniture di beni e servizi nei confronti di enti pubblici (esempio Camera di commercio, università ASL, ecc.) il fornitore non percepirà più l’importo relativo all’IVA che sarà pertanto esclusa dal pagamento della fattura.
  11. È disposta la riapertura della possibilità di rideterminare il costo d’acquisto di terreni e partecipazioni: entro il 30/6/2015 occorre provvedere alla redazione ed asseverazione della perizia di stima e al versamento dell’imposta sostitutiva.
  12. Ai datori di lavoro sono riconosciuti sgravi contributivi (esonero del pagamento dei contributi fino a un massimo di euro 8.060 annui) per un periodo massimo di 36 mesi per l’assunzione di nuovo personale a tempo indeterminato (i contratti devono essere stipulati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015).
  13. Viene confermata anche per il periodo 2015-2017 la moratoria sui mutui (sospensione del pagamento della “quota capitale” delle rate).

Sul sito www.appe.pd.it è possibile consultare, previa registrazione gratuita, un documento maggiormente dettagliato sulle nuove disposizioni. Per maggiori informazioni, gli associati assistiti dall’APPE nella tenuta di contabilità e libri paga possono anche telefonare allo 049.7817222 o mandare un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 1949 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti